La data è ormai fissata: il prossimo 9 maggio ci sarà l’inaugurazione della mostra dedicata al “Qhapaq Ñan: Il Grande Cammino delle Ande“. Si tratta di un evento importante anche per presentare il nostro progetto INCAmmino. La mostra, organizzata dall’IILA: Organizzazione internazionale italo-latino americana, verrà allestita presso il Museo delle Civiltà – Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, in piazza Guglielmo Marconi, a Roma. L’esposizione sarà interamente dedicata al Qhapaq Ñan (Sistema Viario Andino), che in lingua quechua significa Cammino del re.

Il Qhapaq Ñan è un sistema stradale precolombiamo, un percorso che si snoda per oltre 30.000 km, attraversando ben 6 paesi dell’America Latina: Argentina, Bolivia, Cile, Colombia, Ecuador e Perù. Il Qhapaq Ñan, dichiarato sito UNESCO Patrimonio dell’Umanità nel 2014, è tutt’oggi avvolto da tradizioni millenarie, storie e leggende e costituisce un patrimonio culturale e naturale davvero preziosissimo.

Come ha spiegato l’antropologo Franco La Cecla durante la X edizione del Festival della Diplomazia (24.10.19), evento che ha lanciato la mostra:
Non si può comprendere il cammino senza parlare con le persone, non si può fare ricerca archeologica se non si fa anche ricerca sull’oralità e su un sentimento identitario”.
In questo senso, quindi, secondo La Cecla:
“Il Qhapaq ñan non è solo una strada ma è una concezione del tempo, dello spazio, di rapporti umani, una costellazione di presenze, che costantemente rimandano ad un dialogo coi luoghi come dimensione personale”(IAL – Italia America Latina).

Attraverso il progetto INCAmmino, vogliamo tutelare e preservare questo splendido territorio, in un’ottica di turismo responsabile e comunitario. In particolar modo, ci stiamo occupando dell’area del cammino che si sviluppa in Bolivia, non lontano dalle sponde dell’altrettanto suggestivo lago Titicaca.

Il nostro progetto INCAmmino, infatti, mira a promuovere lo Sviluppo Economico delle comunità rurali dell’area di influenza del Cammino.
Lavoriamo a favore della valorizzazione e dell’uso sostenibile del patrimonio naturale e culturale. Inoltre, promuoviamo l’applicazione di nuove tecnologie nel settore del turismo comunitario.
In particolar modo, stiamo appoggiando 11 piccole imprese di Turismo Comunitario per realizzare una serie di attività orientate a migliorare le entrate economiche delle comunità che sono generate dal turismo. (Qui la scheda tecnica di approfondimento)

Il progetto INCAmmino è finanziato dall’AICS – Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo ed è realizzato da ICEI con:

– ProgettoMondo MLAL
– AITR – Asssociazione Italiana Turismo Responsabile
– CoopCulture
E le reti boliviane:
– TUSOCO (Turismo Solidale Comunitario)
– OEPAIC (Organizzazioni economiche di produttori e produttrici con identità culturale)

 

 

 

Per maggiori informazioni: comunicazione@icei.it