Il progetto “Clima di Cambiamento: la strada da percorrere per creare e rafforzare una generazione attenta all’ambiente in Mozambico” adotta un approccio multilivello che mira a contribuire al rafforzamento della governance ambientale migliorando la capacità delle OSC locali di gestire e monitorare i piani di sviluppo per la gestione sostenibile delle risorse naturali e promuovendo il loro protagonismo nel dialogo politico a livello nazionale

La dimensione geografica del progetto si focalizza sulle zone rurali e marginalizzate, tenuto presente che i meccanismi esistenti per la partecipazione dei giovani nei processi decisionali non sono inclusivi, specialmente per quanto riguarda i giovani delle zone rurali e al di fuori delle scuole. Poichè è nelle aree rurali che si registrano più casi di violazione dei diritti ambientali legati agli investimenti nell’estrazione delle risorse naturali, per garantire l’appropriazione locale del contenuto, gli attori locali avranno un ruolo centrale nell’iniziativa, inclusi la pianificazione e l’implementazione delle attività.

Con una prospettiva di lungo termine, il progetto va a favorire il consolidamento di una buona governance ambientale in Mozambico, contribuendo sia al rafforzamento della governance ambientale attraverso il miglioramento delle capacità delle OSC locali nella gestione e monitoraggio dei piani di sviluppo per la gestione sostenibile delle risorse naturali, sia alla promozione di spazi di dialogo tra le OSC e la loro partecipazione al dialogo politico a livello nazionale.

Il progetto è fortemente allineato con la programmazione dell’Unione Europea in Mozambico. Considerando il contesto attuale di crisi che il paese affronta, legate all’insicurezza in relazione ai fenomeni climatici, verrà data particolare attenzione alla partecipazione della popolazione nelle zone vulnerabili: zone di conflitto e colpite dai cicloni.

politiche e servizi di assistenza tecnica insufficienti nella pianificazione e implementazione di modelli di sviluppo resilienti e sostenibili, all’efficienza, efficacia e pertinenza limitate delle azioni delle ONG, e alla marginalizzazione delle stesse nell’ambito della governance pubblica in materia ambientale e alla limitata partecipazione attiva della popolazione (soprattutto giovani e donne) nella presa di decisioni e nella conoscenza delle tematiche ambientali.

 

Gli obiettivi specifici del progetto sono:

  • Rafforzare le competenze e le capacità della società civile locale in ambito ambientale
  • Aumentare le opportunità per i giovani in modo che tutti i cittadini possano partecipare attivamente al dibattito politico, al processo decisionale, all’appropriazione e alla supervisione della governance sostenibile delle risorse naturali
Gruppi target:

  • 80 OSC mozambicane che lavorano su questioni ambientali
  • 50 membri delle autorità pubbliche, tra cui funzionari/dirigenti e tecnici a diversi livelli amministrativi (ministeriale, provinciale, distrettuale, comunale e locale)
  • 300.000 giovani cittadini associati a organizzazioni giovanili e gruppi ambientalisti di età compresa tra i 16 e i 35 anni
  • 8 comunità locali della zona costiere delle province di Cabo Delgado, Nampula, Zambezia e Maputo

Beneficiari finali:

  • 9.400.000 persone, di cui circa 4 milioni di giovani mozambicani collegati attraverso i social media e le piattaforme di comunicazione

Attività previste

Per raggiungere gli obiettivi prefissati, saranno promosse le seguenti principali attività:

  • Mappatura/diagnosi partecipativa locale e autodiagnosi delle CSO che operano nell’area ambientale
  • Formazione manageriale per le OSC che operano nell’area ambientale per il loro rafforzamento organizzativo (gestione, competenze digitali, comunicazione etc.)
  • Formazione tecnica delle OSC che operano nel settore ambientale in Mozambico (cambiamenti climatici, gestione ambientale, quadro giuridico, monitoraggio ambientale, advocacy etc.)
  • Sostegno finanziario di terzi alle OSC per attività comunitarie di gestione, conservazione e monitoraggio dell’ambiente e con priorità alle associazioni di giovani e donne
  • Strutturazione di una rete nazionale di OSC ambientali attraverso una piattaforma digitale innovativa
  • Case study sull’uso delle risorse naturali negli ecosistemi costieri del Mozambico (Cabo Delgado, Nampula, Zambezia e Maputo) e produzione di documenti di advocacy
  • Formazione delle autorità pubbliche per migliorare il quadro normativo
  • Creazione di spazi di coordinamento e dialogo tra la società civile e i responsabili politici
  • Attività di lobby con il MINEDH per includere l’educazione ambientale nel curriculum nazionale attraverso lo sviluppo di un manuale
  • Indagine nazionale sulle opinioni, la percezione e la conoscenza delle risorse naturali e delle questioni ambientali e di sviluppo locale tra i cittadini di età compresa tra 16 e 35 anni
  • Produzione di kit di strumenti per campagne di sensibilizzazione ambientale a livello nazionale e dibattiti pubblici
  • Diffusione dei risultati della ricerca attraverso una piattaforma digitale e workshop ibrido
  • Corso di formazione per giovani ambasciatori ambientali sulla sensibilizzazione della comunità individuati attraverso i partner locali
  • Formazione di giovani giornalisti e influencer su tecniche di giornalismo e comunicazione ambientale e premio annuale
  • Spot radiofonico e video della campagna e comunicazione sociale e produzione di strumenti online
  • Azioni comunitarie di sensibilizzazione a livello nazionale
  • Forum nazionale online dei giovani ambasciatori e scambio con i Fridays for Future a livello regionale e globale